VIVERE È UN'ALTRA COSA

uno spettacolo di OYES

ideazione e regia Stefano Cordella
drammaturgia collettiva
con Martina De Santis | Francesca Gemma | Francesco Meola | Dario Merlini | Umberto Terruso
aiuto regia e collaborazione alla drammaturgia Noemi Radice

disegno luci Giuliano Almerighi

sound design Gianluca Agostini
scenografia
 Stefano Zullo

organizzazione Valeria Brizzi | Carolina Pedrizzetti 

produzione OYES | La Corte Ospitale 

con il sostegno di Teatro LaCucina / Olinda Onlus 

IL PROGETTO

La maggior parte della popolazione mondiale ha interrotto quello che stava facendo per contrastare la pandemia. 

Ci siamo ritrovati fermi, nelle nostre abitazioni, a fare i conti con quello che siamo e che abbiamo costruito. Per chi, come noi, non ha vissuto l'emergenza sanitaria in prima linea, è stata anche un’occasione per riconsiderare le proprie priorità e provare a mettersi in connessione più profonda con i propri desideri. Ma come è andata? Come stavamo prima e come stiamo adesso?

 

VIVERE È UN'ALTRA COSA è un racconto a cinque voci di questo tempo sospeso. Una condivisione delicata e autoironica di momenti quotidiani che hanno messo in discussione alcuni aspetti fondanti delle nostre identità. 

I cinque attori protagonisti si confrontano con temi universali come la famiglia, la solitudine, l'incertezza lavorativa, la paura di aver sprecato il tempo e altre inquietudini che questo isolamento ci ha lasciato.

RASSEGNA STAMPA

 
 
 

REPLICHE

2020
10 ottobre Primavera dei Teatri (Castrovillari) • prima nazionale 

27 agosto Opera Estate festival (Bassano del Grappa) • studio

 

GALLERY

I CANALI SOCIAL DI OYES

thanks to
STEVE LUCZO